Elogio della Follia 2014* | Progetto e Spettacolo per spettatore parlante

di e con Luigi Marangoni e persone del luogo
con brani tratti dall’opera di Erasmo da Rotterdam
Collaborazione all’ideazione Mattia Costa
Video Giancarlo Mariottini
Collaborazione workshop e testi Valeria Banchero
Grafica Elena Frigato
“Vorrei non pensare e ripensare ai significati! Ma il mondo ha bisogno di lucidità. Io… questa sera voglio concedermi una libertà, fare parlare la Follia attraverso di me…  e voglio iniziare con una canzone d’amore dedicata a tutti quelli che amano, magari come me, in segreto.”
Progetto
In scena entrano fisicamente le persone del luogo che raccontano esperienze di vita legate all’irrazionalità interrompendo lo spettacolo. Il teatro esce dai suoi ambiti consueti e sperimenta nuovi confini.
Prima fase 2012|2014
Workshop Follia
Prima della data dello spettacolo Luigi Marangoni e la drammaturga Valeria Banchero tengono presso il teatro ospitante il Workshop Follia, aperto a tutti, della durata di una decina d’ore, attraverso il quale raccolgono le storie delle persone del posto, che, nei giorni successivi, parteciperanno direttamente allo spettacolo, raccontando una loro ‘follia’, il loro rapporto con l’irrazionalità declinato nella vita personale e nel mondo del lavoro, conferendo allo spettacolo una cifra intima e una politica.
Spettacolo Elogio della Follia 2013*
In scena  Erasmo da Rotterdam, nella sofferta lotta con la sua anima razionale, decide, per la prima volta, di far parlare la Follia attraverso di sé. Questo discorso viene fatto in un clima divertito e di sorpresa, dovuto a ripetute interruzioni di spettatori. Lo spettacolo cambia ogni volta.
Seconda fase 2014|2015
Follia 2015*
La nuova creazione sarà un lavoro di sintesi e si baserà sulle decine di testimonianze ‘folli’ raccolte. Potrà prendere diverse forme: videoinstallazione, performance, spettacolo misto, happening… tutto è in divenire!
Lo scopo di questo progetto
è di creare un’occasione di conoscenza tra le persone, che esca dai parametri della quotidianità. Un tempo vivo di divertimento, di ascolto e di rielaborazione del  proprio vissuto. Un’esperienza che arricchisce e unisce, grazie allo scambio  tra persone di diverse età, diverse culture e diversa occupazione.
I racconti di vita vissuta vengono condivisi con altri spettatori come un regalo. I tesori nascosti che stanno nel sotterraneo della nostra anima vengono scoperti e iniziano a brillare.

luigi eleonora

FOTO

VIDEO

CRITICA E PUBBLICO

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...